I martedì in Atelier: appunti di scrittura creativa #4

Aggiornato il: set 29

Nel precedente articolo ti ho suggerito lo schema da seguire per organizzare la struttura narrativa. Te lo ripropongo qui sotto. Equilibrio iniziale/esposizione

Rottura dell’equilibrio/esordio

Peripezie/avvenimenti

Climax/tensione

Risoluzione

Conclusione

Nell'articolo di oggi voglio soffermarmi sul primo punto: Equilibrio iniziale/esposizione.

Questa parte è deputata all'introduzione dei personaggi e alla definizione temporale e spaziale della vicenda. Devi fornire al lettore tutte le informazioni necessarie per la comprensione della storia, relativamente a ciò che precede l’inizio dell’azione, cioè all'elemento che darà il via alla storia rompendo l'equilibrio iniziale.

Sei all'inizio del testo, dunque devi fare in modo di sedurre il lettore, devi catturarlo astrarlo dal mondo reale e coinvolgerlo nel tuo percorso immaginifico e fantastico.

Come ottenere la fiducia del lettore e stabilire con lui un patto narrativo? Crea un incipit ad arte e seduci il lettore.

Le prime parole del testo compongono l'incipit: presta molta attenzione alla creazione delle frasi, perché è proprio lì che puoi conquistare o perdere il tuo lettore. Piazzagli un pugno nello stomaco, inchiodalo alla poltrona: rapiscilo con il tuo talento. Sorprendilo!

La scrittura creativa ha le sue regole: questa è fondamentale. In poche righe devi focalizzare la storia e presentargliela: non solo per contenuti ma anche dal punto di vista stilistico e lessicale.

Ci sono diversi tipi di incipit: c'è quello descrittivo che riproduce l'atmosfera presentando l'ambiente. C'è l'incipit che introduce un personaggio. C'è quello informativo o quello biografico, in cui il narratore rivela se stesso. Ci sono incipit che aprono su riflessioni o altri che entrano subito nel vivo della narrazione.

L'incipit è il biglietto da visita del libro e anche dell'autore. Un esempio di incipit che a me piace molto:

Quando ti sono scivolati gli occhiali, quelli attorno a te hanno spento la luce: dovevano poter dire che te n’eri andato; nonostante nessuno avrebbe voluto accettarlo.
Non sapevo a chi rivolgermi per farmi spiegare cosa stesse accadendo. Non ero in grado di fare nulla, nemmeno di scappare.
Fino ad allora pensavo che sarei diventata la regina di Londra e che avrei messo le mie mani nell’aria, per poi catturare le nuvole, e che sarei stata una maestra, o forse una madonna.

da Con le mani cariche di rose di Michele Caccamo

I NOSTRI CLIENTI DICONO DI ATELIER

Come un restauratore

Mi hai restituito il mio testo: è come se tu avessi tolto l’intonaco e, con la cura di un restauratore, avessi recuperato un affresco che era andato perso durante precedenti e tentativi, dozzinali, di restyling editoriale.

Daniele S.

Atelier ti sostiene, affiancandoti

SIAMO

L'agenzia letteraria che ti sostiene dalla stesura del manoscritto alla pubblicazione del libro

CONTATTI

info@atelieragenzialetteraria.it

+39 371 499 23 16

Viale Brenta 3, Milano

FACCIAMO

Corsi individuali di scrittura creativa

Editing e servizi editoriali

Ghostwriting e servizi direzionali

Ricerche

Wedding book

Special book

SCRIVIAMO

Blog

Huffpost

Alberoni Magazine

FMD

Pubblicazioni